A Napoli il 4° Trofeo Pulcinella: 100 pizzaioli si sono sfidati a colpi di pizza

Si è svolto il 24 e 25 settembre 2018 alla mostra d’oltremare di Napoli la quarta edizione del Trofeo “Pulcinella” organizzato da Attilio Albachiara, presidente dell’associazione Mani d’oro e conosciuto come “pizzaiolo senza maschera”. Cento pizzaioli provenienti da tutto il mondo si sono sfidati a colpi di pizza per ambire alla vittoria finale.
Come lo scorso anno, la competizione si è articolata in due categorie: una dedicata alla pizza napoletana classica e un’altra alla pizza contemporanea o “a canotto”.
Ciascun concorrente ha portato con sé il proprio panetto precedentemente preparato e gli ingredienti che intendeva utilizzare e in 10 minuti ha dovuto realizzare una pizza a scelta tra margherita o marinara da presentare alla giuria che ha tenuto conto di 4 criteri di valutazione: preparazione, stesura, pulizia, cottura e voto tecnico, e che quest’anno è stata presieduta da Antonio Starita, nella categoria pizza napoletana, e da Francesco Martucci in quella contemporanea.
La novità della quarta edizione del trofeo è riguardata la prova orale basata sulla conoscenza teorica di tecniche di impasto, lievitazione, maturazione e cottura, che ogni concorrente ha dovuto effettuare al termine della prova tecnica, davanti ad una giuria presieduta dal gastronomo Luigi Cremona.
Oltre al voto tecnico della giuria, ciascun partecipante ha ricevuto anche una votazione online effettuata sul sito dell’associazione mani d’oro.
Al termine delle prove e degli scrutini dei voti, la giuria dopo una cena di gala a cui hanno partecipato varie autorità cittadine, regionali, esperti del settore, giornalisti e social influencer, hanno decretato i vincitori oltre ad aver premiato con trofei speciali chi si è particolarmente contraddistinto nelle prove.
Nella categoria “contemporanea”, il premiato dalla giuria tecnica è stato il pizzaiolo Nunzio Marino, mentre il volo popolare ha sancito una pari vittoria di Roberto Esposito e Ivan Di Leva. Nella categoria “napoletana” invece, sulla tecnica è stato premiato Alfonso Serio mentre i più votati sul sito sono stati Fabio Russo e Antonio Basilico.
Tra i premi speciali spicca quello consegnato dalla Del Prete Legnami srls di Caivano, andato a Antonio Castellano della pizzeria “Pizza e Fritti” di Carmine Donzetti a Casandrino.
Tra le motivazioni che hanno spinto la Del Prete Legnami a premiare Antonio Castellano, c’è anche quella per l’impegno che Carmine Donzetti e il suo staff mettono quotidianamente nel campo del sociale e dell’assistenza ai più bisognosi. Donzetti è infatti il promotore del progetto “Pizza senza barriere” con il quale ha donato due pulmini alla Uildm (Unione Italiana Lotta Distrofia Muscolare) ‘Giovanni Nigro’ di Arzano. La prima consegna avvenne l’anno scorso, mentre a luglio di quest’anno dopo una splendida serata di beneficenza, è avvenuta la consegna di un ulteriore minibus attrezzato per il trasporto di giovani ragazzi colpiti dalle disabilità motorie che provoca la malattia dando loro possibilità di potersi spostare agevolmente.
Tutto questo è reso possibile dalla grande generosità del pizzaiolo Carmine Donzetti e dalla raccolta fondi ottenuta dalla vendita della pizza “La Donzetti” che è possibile trovare nel menù della pizzeria Frjenno Magnanno.
La Del Prete Legnami, main sponsor e fornitore ufficiale della manifestazione, è un’azienda con sede a Caivano specializzata nel taglio e distribuzione di legna da ardere. Grazie ad un’esperienza che si tramanda da tre generazioni, la qualità delle materie prime, l’esperienza nel taglio e nella stagionatura, Del Prete Legnami è il fornitore preferito delle migliori pizzerie su tutto il territorio nazionale.
L’azienda seleziona solo i migliori legnami provenienti esclusivamente da selvicolture dove il taglio avviene sotto controllo delle autorità forestali e li sottopone a stagionatura naturale e tagli atti a garantire sempre una resa perfetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *