Pizzeria Ristorante Giotto 360°, Bari

Durante l’incontro con il fiduciario di Papa Bonifacio VIII, Giotto, per dare prova delle proprie abilità, disegnò un cerchio ⭕️ su una tela. Un disegno semplice ma perfetto, sufficiente per far comprendere le qualità dell’artista. Quel cerchio divenne proverbiale.
Da anni giro tantissime pizzerie per lavoro e per passione e sapete una cosa? Anche la pizza è perfezione. Proprio come il famoso cerchio di Giotto.
Anche Michele Marino e Marco Bovio vedono la pizza come un’opera d’arte e hanno pensato bene di chiamare la loro pizzeria, aperta nel 2017 in zona Poggiofranco, a Bari, Giotto 360°.


Le pizze sono tavolozze di colori.
Interessanti e davvero innovativi gli impasti. Le lievitazioni sono lunghissime, in tre riprese, a idratazione altissima (80% ). La cottura è in forno elettrico. Voi amanti del forno a legna non partite prevenuti come me e Gianvito. Perché poi ci siamo dovuti ricredere. Decisamente.
Il mio consiglio, per la prima volta, è quello di lasciarvi coinvolgere in un percorso degustazione di 3-4 pizze a seconda di quanto siano grandi le vostre fauci. Sarete in buone mani.
Sul menu pizze bianche e rosse classiche ma anche gourmet.
I nomi delle pizze sono quelli dei colori. Abbiamo iniziato con una Bianco: pomodoro, mozzarella di bufala e basilico. Non potevamo non prenderla. Del resto, si sa, le cose semplici sono sempre le più difficili. Test superato.
L’impasto è “nostrano”: lievitato in teglia per dare la caratteristica dell’impasto alto e spesso (lievito naturale e utilizzo esclusivo di sementi italiani).
Dopo la Bianco, la Scarlatto: mozzarella fior di latte in cottura, pancetta arrotolata di Martina Franca Salumificio Santoro, pomodoro al filo caramellato, stracciatella affumicata, filamenti di peperoncino e granella di nocciola. La stracciatella fila e la pancetta si scioglie in bocca grazie al tocco dell’artista, una passata di calore su tutta la superficie della pizza una volta a tavola.
Impasto al mosto di Birra Giotto (Scotch Ale). Sì, perché Giotto offre anche una scelta di birre artigianali tra cui quella con il proprio marchio prodotta dal birrificio artigianale I Peuceti di Bitonto.

Anche la Nero racchiude i sapori della terra: mozzarella, fior di latte in cottura, pomodorino secco, granella di pistacchio, capocollo di Martina Franca del Salumificio Santoro, burrata di Andria da 300 gr.
Impasto di farina di riso venere (alta concentrazione di fibre, sali minerali e antiossidanti).


Per chiudere una fuori menu realizzata su nostra insistenza. Questo impasto particolare agli agrumi andava assolutamente provato. Quindi: spuma di pomodorino giallo, salmone, zucchine e songino. Croccantissima e molto fresca.


Giotto 360° si è classificato tra i 70 Migliori Ristoranti con Pizzeria nel Mondo. Un premio, alla sua prima edizione, organizzato dalla rivista “Ristorazione Italiana Magazine”.
Un’ottima pizza e dell’ottima compagnia, ecco gli ingredienti di una serata perfetta. E il cerchio si chiude.

Pizzeria Ristorante Giotto 360°
Via Orfeo Mazzitelli, 260,
70124 Bari BA
tel. 080 561 1011

Prezzo Pizza Margherita: 5 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *